federico novaro libri

Editoria: notizie / 19: Laterza; BUR; Carocci; Oscar Mondadori; Einaudi.

Posted in editoria, notizie by federico novaro on 12 aprile 2009

Un vocabolario laico, di Vladimiro Polchi da Laterza e il blog la Breccia

L

Da Laterza un’iniziativa interessante riguardo l’iterazione fra testo cartaceo e testo on-line.
In occasione dell’uscita de Da Aborto a Zapatero. Un vocabolario laico, di Vladimiro Polchi, sotto l’egida della casa editrice che compare come marchio nella testata, si è aperto (a cura dello stesso autore insieme a Michele Ciliberto) La Breccia – Il blog del Vocabolario Laico, che del testo, in libreria da gennaio ed ora alla seconda stampa, è espansione e commento, proponendosi non solo come cassa di risonanza, ma come autonomo punto di riferimento per i temi della laicità, attorno ai quali la casa editrice punta molto della sua comunicazione e produzione.
Senza pubblicità, con un solo e discreto link alla casa madre, con i post organizzati in lemmi e un piglio combattivo il blog radica nell’attualità il testo cartaceo, e questo a sua volta agisce come base di riferimento autorevole per l’intero blog. Un indicazione utile e promettente su come potrebbero evolvere i siti di case editrici, anche cariche di storia, aggiungendo valore ai testi cartacei pubblicati e all’intero marchio editoriale.

Nuova collana da Laterza: “Gli anticorpi”

L

Sempre da Laterza esordiscono “Gli anticorpi”, saggi inediti, politici e di intervento, annunciati da una comunicazione molto battagliera: “[…] Viviamo nell’epoca della proliferazione dei messaggi e dei media: […] siamo tutti esposti a manipolazioni sofisticate: propaganda che si traveste da conoscenza oggettiva. “Anticorpi” sono saggi che non offrono certezze: al contrario, difendono la mente dagli agenti patogeni dell’ideologia mascherata di obiettività. Grandi intellettuali, abituati a discutere le loro competenze in pubblico, affrontano coraggiosamente le questioni cruciali del nostro tempo […]”.
Su un fondo di colore squillante, come dal medesimo editore i “Libri del Festival della mente”, hanno scritti in nero a caratteri grandi l’autore (in stampatello maiuscolo) e, più sotto, il titolo (in minuscolo), inframmezzati da un blocco esornativo di cinque frasi in corsivo, in bianco, che evocano il testo.

Senza immagine in copertina: i saggi d’attualità da ChiareLettere, BUR, Garzanti, Bompiani, BCDE

B

La sparizione dell’illustrazione in copertina per i saggi, soprattutto se legati all’attualità politica e civile, è ormai consueta, tanto da aver assunto un carattere di distinguibilità. La scelta, consolidata da ChiareLettere, si ritrova da BUR, per i saggi “Futuro/Passato”; è adottata da Garzanti nei “Saggi”; spesso differenzia, nella collana di saggistica della Bompiani (dal nome incostante, “GrandasSaggi”, “Assaggi e Passaggi”), i titoli più politici; con qualche variazione caratterizza anche i “Saggi” d’intervento sull’attualità da Baldini Castoldi Dalai.

Nuova collana da Einaudi: “Passaggi”

IMG_1853

Scelta diversa fa invece l’Einaudi, il cui contesto grafico storico molto forte fa dell’assenza dell’immagine in copertina un segno di pacata autorevolezza: per la nuova collana “Passaggi” ai caratteri storici che rimandano soprattutto ai “Supercoralli”, qui in colore variabile e aumentati di dimensione confronto al consueto, si è messa a sfondo un’immagine a tutta pagina, che in qualche modo sdrammatizza l’aurea del marchio rendendo i volumi più accessibili, meno algidi. Primi titoli: La guerra da 3000 miliardi di dollari, di Joseph E. Stiglitz, Linda J. Bilmes ; Con i soldi degli altri. Il capitalismo per procura contro l’economia, di Luciano Gallino.

Nuova collana da Carocci: “I Pensatori”

C

Con tutt’altro intento, non hanno immagine in copertina, ma si rifanno piuttosto ad un’eleganza di vecchio stampo einaudiano e ad una composizione tipografica classica, i “Pensatori”: copertina monocroma viola, titoli in bianco, nome della collana in alto, un racemo stilizzato fra titolo e autore ad ingentilire, sono volumi monografici ciascuno intorno ad un filosofo, in una grafica che ne rende irriconoscibile l’appartenenza alla casa editrice Carocci. Primi titoli: Heidegger, di Adriano Fabris e Antonio Cimino; Plotino di Riccardo Chiaradonna.


Restyling per gli Oscar Saggi; il volumetto Oscar Mondadori per; il Listino disponibilità marzo 2009 delle Edizioni Mondadori

O

Mentre gli Oscar Saggi sono in libreria in una veste grafica rinnovata, sobria e molto pulita (una grande banda rettangolare, sovrapposta all’illustrazione di copertina a tutta pagina, ospita i dati di autore ed eventuale sottotitolo, neri su bianco; il titolo è invece scritto in caratteri colorati; entrambi occupano spesso meno della metà della banda bianca, in una soluzione di grande eleganza: art director Giacomo Callo, progetto grafico Gianni Camusso), e la Mondadori distribuisce gratuitamente il Catalogo Oscar Mondadori 2009, serio, facilmente consultabile e di grandi dimensioni (416 pagine a colori, 22 cm. x 26), (ne ho parlato qui) per propagandare l’ormai consueta offerta primaverile dei titoli disponibili con uno sconto del 30% (dal 7 marzo al 19 aprile) si trova in libreria un piccolo librino pubblicitario titolato Oscar Mondadori per, diviso in sezioni, “Per emozionarsi”, “Per conoscere”, “Per scoprire”: in una grafica colorata ed ammiccante, accompagnata da brevi testi, slogan, microinformazioni, è presentata una piccola selezione di titoli dal catalogo.
Se le prime due sezioni non presentano sorprese, la terza è invece organizzata in modo inconsueto: i libri sono presentati due a due, un testo contemporaneo e uno classico, in abbinamenti arditi introdotti da una sintetica presentazione comune e da uno slogan, che invitano a scoprirli attraverso un gioco di rimandi. Alcuni degli abbinamenti: Le avventure di Oliver Twist di Charles Dickens e Lo scudo di Talos di Valerio Massimo Manfredi (“Diventare grandi con coraggio”); La scimmia pensa, la scimmia fa di Chuck Palahniuk e 1984 di George Orwell (“Soli in mezzo alla folla”); Le amicizie pericolose di Choderlos de Laclos e Sai tenere un segreto di Sophie Kinsella (“Giovani donne alla scoperta del mondo”); La coscienza di Zeno di Italo Svevo e E’ una vita che ti aspetto di Fabio Volo (“Persi nel torpore esistenziale”).

Inoltre da Aprile è in libreria, sempre in distribuzione gratuita il Listino disponibilità delle edizioni Mondadori, privo di illustrazione in copertina e all’interno, su carta povera e senza alcuna belluria grafica, preceduto da un sommario diviso per aree, è diviso in “Indice delle collane”, “Indice dei titoli” e “Indice degli autori”, utilissimo per muoversi all’interno delle 128 collane attive.

Su federiconovaro.eu trovate i link a tutti gli articoli comparsi sul blog, ordinati per categorie e ordine alfabetico.

Annunci

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. raffaella said, on 3 aprile 2011 at 11:25 am

    Caro Federico, ancora grazie…l’approfondimento della veste editoriale e’ interessantissimo e mi permette, pur essendo una bibiofila appassionata ma non molto esperta, di identificare caratteristiche dei libri che finora avevo solo memorizzato in modo casuale. Bravissimo!!!

  2. federico novaro said, on 3 aprile 2011 at 12:16 pm

    beh, ancora grazie e grazie
    ^_^
    ^_^


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: