federico novaro libri

Editoria: notizie / brevi / 8: “i sassi”, collana di nottetempo

Posted in brevi, editoria, notizie by federico novaro on 7 maggio 2009

Un espositore per una collana: “i sassi” di nottetempo trovano posto alle casse in una piccola scatola di cartone molto stilosa

Da tempo nelle librerie lo spazio alla cassa è diventato molto importante: come per le tabaccherie, per i bar o gli autogrill, vicino alla cassa trovano spazio gli oggetti che s’acquistano sull’impulso dell’istante, quando si è in attesa in coda, situazione questa, via via che si ingrandiscono di superficie, sempre più frequente in libreria; così accanto a veri e propri gadget, o alle più tradizionali penne e matite, trovano spazio libri minuscoli, spesso prossimi al gadget per concezione, che si perderebbero nel gran mare disordinato dei volumi di taglia maggiore. Spazio molto ambito, perché ristrettissimo, e che contribuisce , per come è usato, (Feltrinelli affollatissimo, Mondadori soprattutto penne, Coop una scelta di titoli non retriva, ecc.) a caratterizzare la libreria.

Sono solitamente libri pensati come oggetti, piccole raccolte di massime, volumetti che cercano di far ridere, l’idea per un regalo, per un regalino. Siamo spesso molto distanti da quei capolavori bizzarri, fra il preziosismo e l’esibizione bibliofila che erano certi minuscoli libri editi da Vanni Scheiwiller ancora sin negli anni ’80.

La collana “i sassi”, di nottetempo, ambisce anch’essa a uno spazio vicino alla cassa, di minimo ingombro com’è (15 x 10 cm ; 3 €), che si può pagare con tre monete, ed ora dotata di un packacing ad hoc, un piccolo espositore che dovrebbe proteggere i volumetti e renderli più visibili.

Mario Fortunato, Certi pomeriggi non passano mai; nottetempo 2009; progetto grafico della copertina: Studio Cerri Associati; packacing per l'esposizione e la vendita (part.)

“i sassi” però giocano la carta dello stile, disegnati, come il resto delle edizioni nottetempo, da Studio Cerri e Associati (Pierluigi Cerri, il fondatore, già sodale di Vittorio Gregotti, è l’autore della veste di molte collane di Bollati Boringhieri, continuatore di una tradizione di pulizia, leggibilità e antiretorica che ha le radici nella Milano del dopoguerra, nella lezione di Steiner, Munari, Huber) e inalberano il rigore di una copertina senza illustrazioni, fatta solo di caratteri tipografici, che rendono le poche paginette spillate oggetti colti, degni d’attenzione non passeggera.

I piccoli contenitori che ora li difendono nel periglioso e incerto spazio delle casse, oltre alle indicazioni di casa editrice, collana e logo, hanno stampato all’interno del coperchio, che piegato diventa una specie di locandina, lo slogan “lancia un sasso spedisci un libro”.

Queste piccole scatolette sono molto ben pensate (secondo i migliori criteri di razionalità del design il contenitore diventa l’espositore) e si pongono agli antipodi dei “cartonati” che forse recentemente affliggono meno le librerie, ma che le hanno popolate a lungo: grandi sagome a grandezza naturale dell’autore o dell’autrice del libro da promuovere. Tanto i cartonati sono ingombranti, squillanti e patinati, tanto il packaging dei “sassi” è discreto, pulito. Si legge nella scelta del cartone marrone (ormai più raro che frequente) una citazione, o evocazione, di un pauperismo snob e allegro degli anni ’70, che però, in così piccole dimensioni, in un contesto così urlato, risulta anche un breve e ardito gesto di resistenza.

Su federiconovaro.eu trovate i link a tutti gli articoli comparsi sul blog, ordinati per categorie e ordine alfabetico.

Annunci

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] Su questo blog s’è parlato di Mario Fortunato qui, e di nottetempo qui. […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: