federico novaro libri

Editoria : notiziole / 5: Saramago, il Quaderno, l’Einaudi.

Posted in editoria, notiziole, straight by federico novaro on 1 giugno 2009

Corriere, Stampa, Repubblica danno spazio alla notizia che L’Einaudi non pubblicherà un libro di Saramago, suo autore da tempo, tratto dal blog dell’autore, O Caderno, perché conterrebbe, così dice un comunicato della casa editrice, accuse generiche a Silvio Berlusconi, nostro Presidente del Consiglio e proprietario dell’Einaudi. Il testo sarà invece pubblicato da Bollati Boringhieri.

José Saramago, by André Matias

Il pubblico italiano può già da qualche mese conoscere il blog di Saramago in traduzione, grazie a Massimo Lafronza che da Febbraio lo traduce on-line.

Il Quaderno lo potete leggere qui.
O caderno qui.
Della vicenda, se la ritenete interessante, potete leggerne qui, qui, qui, per esempio.
Del blog di Saramago avevamo parlato qui.

(Quello che a me stupisce di questa vicenda è l’uso forse disinvolto della parola “censura” che qua e là aleggia, anche se per negarla. Mi pare che censura sarebbe se Einaudi avesse pubblicato il libro di Saramago tagliandone dei pezzi, senza dirlo e senza accordo con l’autore. Ma l’Einaudi non è un ente pubblico, non è tenuto a nulla, se non alla correttezza delle sue edizioni, e la scelta di pubblicare o meno un testo, e le motivazioni che supportano la scelta, sono certo criticabili, contribuiscono a costruirne la credibilità, la fama, ma sono sua esclusiva responsabilità, e rientrano nella libertà fondamentale dell’esercizio della professione: evocare la censura mi pare
un riflesso automatico, frutto di posizioni politiche ridotte a noioso schieramento, un termine fuori luogo, un errore lessicale)

Su federiconovaro.eu trovate i link a tutti gli articoli comparsi sul blog, ordinati per categorie e ordine alfabetico.

Annunci
Tagged with: , , , ,

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. eventibusflexus said, on 1 giugno 2009 at 10:28 pm

    Ci mancherebbe che un editore non potesse scegliere cosa pubblicare e cosa no. Ma nel caso di Einaudi, che si vanta di aver pubblicato “tutti i libri” del premio Nobel portoghese, la scelta di non pubblicare il Quaderno di sicuro non ne accresce la credibilità o la fama. La scelta di non pubblicare uno degli scrittori stranieri più letti e apprezzati in Italia, essendo contraria alla logica di mercato e in controtendenza rispetto alla propria prestigiosa linea editoriale. Quindi se c’è una posizione politica e un noiso schieramento è quello dei giostrai della cultura e dell’informazione più reali del re. E sempre di censura si tratta, ancorché preventiva.

  2. federico novaro said, on 1 giugno 2009 at 11:51 pm

    Il blog di Saramago è accessibile a chiunque, Bollati pubblicherà il testo. Einaudi non pubblicherà un testo dove si fanno affermazioni non documentate contro il proprietario. Forse ci fa una brutta figura, ma censura è un’altra cosa. Giulio Einaudi avrebbe pubblicato libri che dicevano che era un bancarottiere fraudolento? Non credo. Censura? Non credo. La logica di mercato? Ma se sempre si protesta perchè è l’unica logica che seguono, per una volta che fan diverso… 😉


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: