federico novaro libri

Tongzhi: Beijing Story / Nottetempo 2009. Recensione.

Posted in Federico Novaro, recensioni by federico novaro on 3 settembre 2009

Tongzhi
Beijing Story

Traduzione di Lucia Regola
Nottetempo – narrativa, Roma 2009
249 p. ; 16 €

Beijing Story, di Tongzhi, Nottetempo 2009, frontespizio: part., 1

C’è un bel po’ di sesso in Beijing Story

Mario Fortunato, curatore del libro, ne parla dicendo che il sesso qui svolge una funzione fàtica, termine che forse da quando lo strutturalismo non è più di moda inizia a sfuggire a molti (“La funzione fàtica […] riguarda la verifica del canale o contatto fra mittente e destinatario […] riguarda anche altre forme stereotipate di discorso, come i convenevoli, i saluti, gli auguri […]”: Angelo Marchese, Dizionario di retorica e stilistica, Mondadori 1978): “[…] l’autore non fa che chiederci attenzione, ma ciò che vuole comunicare non è la bellezza o la forza dell’eros omosessuale, bensì la fragilità e la contraddittorietà dei sentimenti che talvolta esso scatena […]” (nota al testo e intervista a QueerBlog del 22 luglio 2009, medesime frasi).

Erezione in copertina

Certo è che ce n’è tanto, ed è divertente, a cominciare dalla copertina, con un fiammeggiante pene in erezione, sufficientemente trattato graficamente da diventare elegante segno grafico e quasi non più riconoscibile (e vorrei la trascrizioni delle discussioni che hanno portato a questa copertina), ma sufficientemente spudorato da permettere il fremito di scandalo.

Beijing Story, di Tongzhi, Nottetempo 2009, Dario e Fabio Zannier (progetto grafico), Copertina di Dario Zannier, fotografia alla copertina: "Girolamo P.", © anonimo: part., 1

Tutto il libro è un po’ costruito sullo scandalo e sull’eccezione, e cerca di inseguire, restando einaudianamente raffinato, com’è di Nottetempo, l’evento, e Fortunato l’accompagna con perizia.

Beijing Story, di Tongzhi, Nottetempo 2009, Dario e Fabio Zannier (progetto grafico), Copertina di Dario Zannier, fotografia alla copertina: "Girolamo P.", © anonimo: part., 3

Il testo viene presentato come nato su internet (se ne dà anche l’indirizzo, eccolo qui), un blog misterioso, dall’autore anonimo (Tongzhi vuol dire compagno in cinese, ma un progressivo slittamento di senso lo ha portato a significare gay) per via del tema ancora in Cina proibito, cui ha fatto seguito un film (Lan Yu, di Stanley Kwan, Cina 2001), e dal film, ora, prima in Italia che altrove, è discesa l’idea di farne un testo, che è quello che leggiamo.

Afflati, patimenti e svenevolezze

Un manager dedito al successo e al denaro come non se ne immaginavano più dagli anni ’80, giovane e rampante (“[…] a ventisette anni ero già un uomo affermato e pieno di supponenza […]”, p. 13), è abituato al sesso comprato da giovani prostitute; un po’ per caso, un po’ per noia allarga i suoi orizzonti ad un ragazzo, fragile e vergine studente della provincia. Sarà amore? Potrà essere amore? Tutto gioca contro, gli ostacoli sociali, culturali, caratteriali. La fine, che non sarà rivelata qui, è coerente con un’impostazione da feuilleton inizio ‘900. Aiutato, in italiano (traduzione dal cinese di Lucia Regola) da una lingua fiorita, quasi belle epoque (“[…] Il suo corpo emanava un leggero sentore di sapone mescolato a un tipico aroma di giovane uomo […] dovessi campare cent’anni […] gli occhi luminosi traboccavano di malinconia […] lineamenti squisiti […] fatto sta che insisteva a elargirmi nuovi consigli […] per fortuna l’allegria delle nozze travolse la mia tristezza sommergendola come un’onda […] fui percorso da un fremito di rabbia […]”, pp. 51, 17, 56, 133, 160, 204)

Beijing Story, di Tongzhi, Nottetempo 2009, Dario e Fabio Zannier (progetto grafico), Copertina di Dario Zannier, fotografia alla copertina: "Girolamo P.", © anonimo: part., 4

(L’Italia sembra amare le storie gay esotiche, che vengono da paesi dove più esplicitamente l’omofobia ha corso che da noi, c’è un vago sapore nostalgico, per temi qui imbarazzanti, in un paese che si descrive moderno e dove gli atti violenti di omofobia si susseguono, piacciono testi che evocano tempi in cui l’interdetto era chiaro, si rimpiange un tempo dove l’ostacolo giustificava una felicità costantemente posticipata, dove l’essere infelici era legittimo. Siamo ancora l’Italia baraccona del cinema muto, delle tende a cui appendersi, della svenevolezza da cucinino, l’infinito scenario da salotto buono).

Ah, l’amour

Il testo però è divertente, forse anche involontariamente (“[…] Quando mi sfilò gli slip e il mio grosso arnese gonfio di sangue saltò fuori di colpo, lui rise: ‘Che grosso!’ […]”, p. 11), la funzione fàtica indicata da Fortunato si realizza con la sfontatezza timida degli adolescenti, e più che la vicenda narrata commuove il tentativo un po’ goffo, ma che non per questo appare più costruito, di essere disinvolto. I frequenti passaggi di sesso alla lunga sono ripetitivi, ma questo li rende commoventi, perché lontani dal tentativo esibitorio di fare la bella pagina acrobatica lasciano l’ipotesi –il tratto più riuscito del libro- che in amore non vi sia ripetizione, non vi sia esperienza.
Questo, la brevità, la levigata eleganza dell’edizione, snobisticamente scandalosa, la qualità della stampa, rendono Beijing Story un libro piacevole e divertente per maschi omosessuali, credo poco interessante per il resto del mercato.

L’immagine di copertina, una fotografia elaborata graficamente, è, in modo tristemente significativo, di “Anonimo”.

Attraversa tutto il libro una consueta e faticosa vena misogina.

Beijing Story, di Tongzhi, Nottetempo 2009, Dario e Fabio Zannier (progetto grafico), Copertina di Dario Zannier, fotografia alla copertina: "Girolamo P.", © anonimo: part., 1

Riassunto bibliografico:
queer / letteratura cinese / prime edizioni italiane
1. ed. – Roma : Nottetempo. – 249 p. ; 20 x 14 cm. – (narrativa)
Regola, Lucia (traduzione di ) ; Fortunato, Mario (a cura di) ; Dario Zannier (progetto grafico di) (copertina di) ; Fabio Zannier (progetto grafico di)
Alla copertina: Girolamo P., © Anonimo
©2009 Nottetempo
Titolo originale: Beijing Story

Su federiconovaro.eu trovate i link a tutti gli articoli comparsi sul blog, ordinati per categorie e ordine alfabetico.

Annunci

Una Risposta

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] La mia recensione, qui. […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: