federico novaro libri

Norman Mailer : Pubblicità per me stesso / Baldini Castoldi Dalai 2009. Recensione di Camilla Valletti

Posted in camilla valletti, letteratura americana, recensioni, straight by federico novaro on 17 dicembre 2009

(FNl è molto contento di ospitare una nuova recensione inedita di Camilla Valletti)

Pubblicità per me stesso / Norman Mailer
Traduzione di Alessandro Serpieri e Mario Materassi
Revisione della traduzione (Lerici 1962) di Stefano Travagli
569 p. ; 20 €
Baldini Castoldi Dalai – Icone 19, Milano 2009

Norman Mailer, Pubblicità per me stesso, ©Baldini Castoldi Dalai 2009, Art Director Sara Scanavino, copertina (part.), 1

Norman Mailer: Pubblicità per me stesso

Norman Mailer è uno di quegli scrittori che, come pochi altri, è riuscito ad infiltrarsi nel parlare comune senza che la sua identità, la paternità dei suoi pensieri, avesse bisogno di essere dichiarata.
Ancora giovanissimo aveva in mente di “fare il grande romanzo americano” e, in effetti, con l’uscita nel 1949 de Il nudo e il morto (The Naked and the Dead, Garzanti 1950, ora riproposto tra i classici nella collana “Letture”, da Einaudi) ci riuscì.

Norman Mailer, Pubblicità per me stesso, ©Baldini Castoldi Dalai 2009, Art Director Sara Scanavino, copertina (part.), 2

Affermandosi come scrittore di guerra, Mailer scelse anche la sua vocazione tematica, vocazione alla quale, in modo o nell’altro, non rinunciò mai.
Intellettuale del conflitto, anticipatore dei movimenti giovanili in America, castigatore dei falsi moralismi, distillato ancora corrosivo dell’inganno costituito da una borghesia avvitata su stessa, nel programmatico Pubblicità per me stesso, uscito nel ’59, raccolse una serie di saggi, articoli, abbozzi di storie, idee di reportage che permettono al lettore di comprendere il work in progress rappresentato dal suo modo di lavorare.

In particolare, segnaliamo un breve articolo uscito sulla rivista “One” (una tra le prime riviste americane gay oriented) in cui Mailer racconta la sua conversione.

Norman Mailer / Il cattivo omosessuale

S’intitola Il cattivo omosessuale (un testo del 1954, p. 236) e parte con questa esplicita premessa “[…] credevo davvero che ci fosse un rapporto intrinseco tra omosessualità e ‘male’, e mi sembrava del tutto naturale, come anche simbolicamente corretto, trattare in tal modo il soggetto […]”.

Norman Mailer, Pubblicità per me stesso, ©Baldini Castoldi Dalai 2009, Art Director Sara Scanavino, copertina (part.), 5

Infatti, egli era alle prese con la stesura di un romanzo Il parco dei cervi (The Deer Park, 1955, Garzanti 1970) dove uno dei personaggi era un omosessuale. Vizioso, insensibile e, soprattutto, tagliato di netto. Pensare che Mailer, come dice lui stesso di se stesso, era tra gli intellettuali più aperti e possibilisti di quel momento.

Ma qualcosa succede. Conosce un pittore omosessuale, un vicino di casa che frequenta assiduamente insieme alla moglie d’allora. Lui gli passa un testo, in quegli anni rivoluzionario. S’intitola The Homosexual in America di Donald Webster Cory (1951): Mailer scrive che non si trattava di un gran libro ma buono abbastanza per spezzare i suoi pregiudizi.

Mio Dio, anche gli omosessuali sono esseri umani!

“[…] Mentre lo leggevo, facevo resistenza, ne contestavo le tesi, spesso mi ha annoiato, ma quel che non ho potuto vincere è stata la mia crescente umiliazione al pensare che mi ero fino a quel momento comportato da bigotto, e ‘bigotto’ era una parola che non mi piaceva riferire a me stesso […]” (p. 238).
A fine lettura Mailer si sorprende a pensare, letteralmente “[…] Mio Dio, anche gli omosessuali sono esseri umani […] (ibid.)”, con tutto il portato di ingenuità consapevole che spesso accompagna la perdita di un pregiudizio profondamente radicato.

Norman Mailer, Pubblicità per me stesso, ©Baldini Castoldi Dalai 2009, Art Director Sara Scanavino, copertina (part.), 4

Forte di questa ‘scoperta’ Mailer modifica il suo personaggio, rendendolo duttile, complesso, narrativamente più funzionale, in una parola, umano.

Il testo si chiude con una speranza, oggi ancora poco diffusa, sulla necessità di un nuovo equilibrio tra eterosessuali e omosessuali. “[…] Spinti alla provocazione […] molto omosessuali arrivano ad assumere che ci sia qualcosa di intrinsecamente superiore nell’omosessualità, e quest’idea, portata troppo lontano, è altrettanto insulsa, ridicola e inumana del pregiudizio dell’eterosessuale. Infne anche gli eterosessuali sono esseri umani, e la speranza di accettazione, tolleranza e empatia si affida a questo riconoscimento reciproco.”

Raramente tanta chiarezza, onestà di percorso, e reale cambiamento di prospettiva hanno trovato relatore tanto efficace. Per intrepida volontà di non farsi portatore di modelli superficiali, ma piuttosto di, seppur rimanendo ancorato alle proprie matrici, costruirsi una nuova – più pulsante e ricca – identità di scrittore.

Norman Mailer, Pubblicità per me stesso, ©Baldini Castoldi Dalai 2009, Art Director Sara Scanavino, quarta di copertina (part.)

Riassunto bibliografico:
straight / letteratura americana

Nuova ed. – Milano : Baldini Castoldi Dalai. – 569 p. ; 21 x 14,5. – (Icone – 19)
Serpieri, Alessandro (trad. di) ; Materassi, Mario (trad. di) ; Travagli, Stefano (revisione della trad. del 1962 di) ; Scanavino, Mara (art director)
Brossura, con alette
Prima edizione italiana: Lerici, 1962 (Narratori d’oggi)
©2009 Baldini Castoldi Dalai editore S.p.A., Milano
©1959 The Estate of Norman Mailer
Titolo originale: Advertisements for myself

Norman Mailer, Pubblicità per me stesso, ©Baldini Castoldi Dalai 2009, Art Director Sara Scanavino, copertina (part.), 3

Annunci

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. […] qui, a Pubblicità per me stesso, di Norman Mailer […]

  2. […] di Helen Humphreys (Playground 2010); Il giardino segreto, Helen Humphreys (Playground 2010); Pubblicità per me stesso, di Norman Mailer (Baldini Castoldi Dalai 2009); Giuni Russo. Da un’estate al mare al Carmelo, di […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: