federico novaro libri

Giuseppe Patroni Griffi / La morte della bellezza. B.C.Dalai 2010. (segnalazione)

Posted in letteratura italiana, segnalazioni by federico novaro on 7 maggio 2010

È in libreria

La morte della bellezza
di Giuseppe Patroni Griffi

311 p. ; 8,90 €
B.C.Dalai – I tascabili, Milano 2010

Giuseppe Patroni Griffi, La morte della bellezza, B.C.Dalai 2010: art director: Mara Scanavino, [© dell'illustrazione fotografica in copertina non indicato], cop. (part.), 1

Uscito da Mondadori nel 1987, nella “Sis”, Scrittori italiani e stranieri; dal Club degli Editori l’anno dopo; Mondadori lo ripubblicò negli “Oscar”, nel 1992; ci fu poi un’edizione ne “Gli indimenticabili” (una sigla Mondadori-DeAgostini), nel 1994; dieci anni fa Baldini & Castoldi lo propose ne “I nani”.
Quest’ultima edizione risulta ancora a catalogo. Sul sito la scheda riporta questa citazione:

Giuseppe Patroni Griffi, La morte della bellezza, B.C.Dalai 2010: art director: Mara Scanavino, [© dell'illustrazione fotografica in copertina non indicato], cop. (part.), 4

«Napoli laggiù bruciava, e Lilandt a nuoto nel mare dei ricordi, giaceva sul suo letto, vestito- non era troppo giovane per rifugiarsi in un passato e un passato ovviamente recente? Cos’era questa malinconia più greve del solito che da qualche tempo lo assillava? Perché non si sentiva di scendere, oggi, nel guazzabuglio della città sconvolta che gli comunicava lo straordinario fervore di vita, dove la risata si allargava in barba alla morte?

Strinse le palpebre, vide le scogliere ardere in un mare rosso e giallo di lingue di fuoco, i pesci galleggiare, con occhi cotti, bianchi, che pendavano sulle branchie arrostite, le squame carbonizzate, le spiagge di brace sfavillante ridurre le barche tirate a secco in tizzoni, mentre dalla distesa liquida in ebollizione, alghe, lattughe, si ergevano contorcendosi, anime del purgatorio in pena.»

Qui, il sito di B. C. Dalai.

Qui, un articolo di Francesco Gnerre, su CulturaGay.it, in occasione della morte (2005 ) di Patroni Griffi

Giuseppe Patroni Griffi, La morte della bellezza, B.C.Dalai 2010: art director: Mara Scanavino, [© dell'illustrazione fotografica in copertina non indicato], cop. (part.), 4

Annunci

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. M. said, on 8 maggio 2010 at 4:16 pm

    “Era bello Lilandt. Magro, quel viso pallido affilato, tagliato dai capelli lisci biondi che cadevano pesanti da un lato, tenuti sempre troppo lunghi, e la bocca, la bocca leggermente obliqua che su un’altra faccia avrebbe corso il rischio di diventare una smorfia, era su di lui l’errore della grazia, con quelle labbra violacee come un fiore morto, che dicevano l’inesprimibile.”

    “Ridevano, il mondo poteva andare in rovina, e sarebbero rovinati con esso perchè della loro salvezza e della salvezza del mondo, a loro, in quel tempo felice di loro due, non gl’importava niente.”

    “E piangeva tanto che arrivò a nutrirsi di quel suo pianto; egli cresceva del suo pianto. Piangere? Non è uno sfogo, è il dolore che diventa materia, è l’unica possibilità di toccare il dolore con mano, è la fisicità della sofferenza. Chiunque soffra, dovrebbe raccogliere, con un dito, una sua lacrima, e mostrarla all’amico che lo può capire, tocca, è quello che soffro, conservamela tu, per sempre, questo è il mio dolore. Dovrebbe esserci, e forse c’è e nessuno ha pensato di farne uso, una sostanza che cristallizzasse le lacrime, per conservarle; ah, poterle chiudere in un portapillole, e ogni tanto aprirlo, e guardarsele, e trapassarle coi raggi degli occhi. Durasse mille anni la vita, nessuno avrebbe il coraggio di buttarle via, di separarsene.”

    MERAVIGLIOSO.

    Sono felice che sia di nuovo, finalmente!, in commercio.
    Lo ricomprerò. La mia vecchia edizione de I Nani cade a pezzi, l’ho sfogliata troppe volte.

    🙂

  2. Bruno Bettini said, on 17 settembre 2013 at 7:52 pm

    L’Amore, da qualsiasi parte arrivi, va rispettato; i due giovani protagonisti del romanzo, il loro intenso amore vissuto in una Napoli sconvolta nei giorni della Seconda guerra mondiale, ci parlano di quello che significa amare. Straordinario libro! Bruno.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: