federico novaro libri

Requiem per un cane / Carlo Coccioli. Marsilio 2010. (segnalazione)

Posted in letteratura italiana, letteratura sudamericana, segnalazioni by federico novaro on 5 novembre 2010

É in libreria

Carlo Coccioli
Requiem per un cane

prefazione di Marco Lodoli
[responsabilità del progetto grafico non indicata]

135 p. ; 12.50 €
Marsilio – Biblioteca Novecento, Venezia 2010

Carlo Coccioli, Requiem per un cane, Marsilio 2010, [responsabilità grafica non indicata], alla cop.: [ritratto fotog. b/n di Carlo Coccioli; autore non indicato], cop. (part.), 1

Esce nella nuova collana di Marsilio “Biblioteca Novecento” Requiem per un cane, con prefazione di Marco Lodoli.

Qui il sito di Marsilio; qui la pagina dedicata a Requiem per un cane, con una breve rassegna stampa

Con un linguaggio molto fiorito Lodoli scrive una prefazione appassionata, ma poco dice delle vicende editoriali del testo. D’altra parte Marsilio nel colophon indica una bel “©2010 by Marsilio Editori ® spa in Venezia”, a cui segue “Prima edizione : luglio 2010”.

Carlo Coccioli, Requiem per un cane, Marsilio 2010, [responsabilità grafica non indicata], q. di cop. (part.), 1

Bisogna andare a pagina 12, in coda alla nota bio-bibliografica (tratta dal sito dedicato, su impulso di Giulio Mozzi, alla vita e alle opere di Carlo Coccioli, qui; FNl ne parlò qui,) per trovare “[…] Scritto in spagnolo e pubblicato nel 1973 in Messico, Requiem per un cane esce in Italia nel 1977 rivisto e tradotto dallo stesso autore […]”.
Nel colophon dell’edizione originale italiana si indicava: “Prima edizione italiana novembre 1977 / Titolo originale dell’opera / Fiorello, réquiem para un perro / Traduzione libera dallo spagnolo e rifacimento dell’Autore / Tutti i diritti riservati / © 1971 Editorial Prometeo Libre, Mexico D.F., Messico / © 1977 Rusconi Libri S.p.A., via Oldofredi 23, 20124 Milano”.

Se redatti correttamente accade che i colophon possano raccontare, o evocare, più delle prefazioni. L’abitudine a cancellare il passato dei testi nelle nuove edizioni è sempre più comune, e FNl ne ha già parlato qua e ; Marsilio qui si comporta bene, e non tace la vicenda editoriale precedente, ma nel colophon tutto viene azzerato.

La vicenda editoriale di Carlo Coccioli è complicata e affascinante, come si può leggere diffusamente sul sito a lui dedicato, inoltre il ripescaggio che fa Marsilio, per una delle prime uscite di una collana dedicata al Novecento italiano, anche in termini pubblicitari potrebbe essere pagante, è un titolo affatto scontato, assente da trent’anni dalle librerie, eppure si scrive ©2010 -ma chi sta attento a queste cose, si dirà. Già.

Carlo Coccioli, Requiem per un cane, Marsilio 2010, [responsabilità grafica non indicata], p. 5: "Prefazione, di Marco Lodoli" (part.), 1

Così il risvolto dell’edizione Rusconi:
“In una versione assai diversa dalla presente, Requiem per un cane fu pubblicato originariamente a Città del Messico nel maggio del 1973. Si è affermato che Coccioli lo aveva scritto (naturalmente in spagnolo) dietro consiglio del suo psicanalista. E infatti soltanto dopo la pubblicazione di queste pagine dolenti e profonde l’autore di Il cielo e la terra, di Fabrizio Lupo, di Manuel il Messicano, di Davide, e di altri impegnatissimi libri, riprendeva certo gusto alla vita con l’aiuto di un altro cane, Fiorino, cui più tardi, forse per evitare il pericolo dell’esclusività in amore, si è aggiunto Oliver. Ma, pur senza sottovalutare l’eroe o meglio l’antieroe in sé, ossia il cane morto, il lettore è spinto a domandarsi se questo di Coccioli sia un libro su un cane o su “un’altra cosa”: forse la stessa cosa che, al di là delle contraddizioni apparenti, si ritrova nella totalità dell’opera dello scrittore toscano residente in Messico. /

Carlo Coccioli, Requiem per un cane, Rusconi 1977, "sovraccoperta di Piero Crida"; cop. (part.)

Poche settimane erano trascorse dalla sua pubblicazione, e già il libro di Fiorello veniva letto in tutta l’America latina. In un articolo del suo corrispondente a Buenos Aires, l’influente rivista “Visión”, definendo Coccioli “uno dei dieci grandi romanzieri del nostro tempo”, affermava che la storia del vecchio cane che muore cieco serviva all’autore “per, attraverso grazia e tenerezza, immergersi nella preoccupazione metafisica che sta alla base della sua opera: l’angoscia religiosa”. / “Prosa perfetta e matura, da vite, mele e noci”, scriveva un’illustre critica messicana. Già dichiarato in Francia “uno dei più grandi scrittori attuali in lingua francese” (“Tribune des Nations”, 1971), Coccioli si riaffermava così, mediante la prosa di Fiorello, réquiem para un perro, come un grande scrittore di lingua spagnola. Ma, prescindendo dalla sconcertante triplicità linguistica del suo autore, questo è incontestabilmente un libro dalle molteplici interpretazioni. Per cominciare: poetica storia per bambini o inquietante tesi sulle avventure dell’anima? Qualunque possa essere la maniera con cui lo vedrà il lettore, è certamente un libro, come ha detto Carlo Bo a proposito di Davide, “venuto da un’altra letteratura”.

Carlo Coccioli, Requiem per un cane, Rusconi 1977, "sovraccoperta di Piero Crida"; q di cop. (part.)

Annunci

2 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. giadep said, on 10 novembre 2010 at 3:45 pm

    Coccioli lo amo molto. L’ho conosciuto che avevo sedici anni, col suo Fabrizio Lupo. Poi, un giorno, leggo quel trafiletto sul corriere delle sera. Lo si salutava. Requiem per un cane, curato dal bravo Marco Lodoli, l’ho preso subito quando l’ho visto in libreria!
    E poi, ma lo scriverò presto anche lì, Auguri Federico! E anche FedericoNovaroLibri! Quanto saranno belli i libretti! A presto,
    G.

  2. federico novaro said, on 10 novembre 2010 at 4:47 pm

    grazie delle righe su coccioli, e degli auguri.
    i libretti sono bellissimi!
    🙂


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: