federico novaro libri

Editoria : notizie / 69. 66thand2nd (da L’Indice dei Libri, Maggio 2011; 2 di 3)

Posted in editoria, notizie by federico novaro on 17 giugno 2011

Nuove case editrici e la letteratura italiana, tre esempi (2: 66thand2nd)

abecedari, 1: S

66thand2nd

(nel post precedente s’è fatto l’esempio di Italic, casa editrice condotta da Marco Monina incentrata esclusivamente su testi contemporanei in lingua italiana)

Altra via è cominciare da fuori, rendere riconoscibile e chiara la propria linea partendo dalle letterature straniere, e poi, con cautela, creato un intorno, un baluardo di gusto, di stile, di brand, avvicinarsi alle scritture italiane.

Così fa 66thand2nd. Un percorso molto interessante, visto ora, a quasi due anni dall’esordio. Fondata da Isabella Ferretti e Tommaso Cenci, protetti dall’ala operosa dell’agenzia Oblique di Leonardo Luccone (separatosi ora da Nutrimenti, dopo l’impostazione di collane importanti quali “Greenwich” e “Gog”) hanno puntato, esordendo, a pochi elementi precisi e molto caratterizzanti: letteratura contemporanea internazionale con molta attenzione agli Stati Uniti, due sole collane dall’impostazione inconsueta e netta (“romanzi che hanno lo sport come detonatore della storia” in “Attese; “romanzi di autori di tutto il mondo che vivono lontani dal paese d’origine” per “Bazar”), confezione grafica e materica dei volumi molto curata e affidata a una sola mano.

Ora, forti di una riconoscibilità precisa, aprono alla letteratura italiana senza costruirgli una collana apposita ma inserendola in “Attese” dove Le coincidenze, di Ivan Polidoro gode di un contesto già strutturato. Quello che può apparire un cambiamento in corso d’opera -l’allargare i confini del proprio programma editoriale- in questo caso è funzionale. I titoli precedenti, il contesto in cui Le coincidenze viene presentato, sono come un baluardo e un segnale al mercato, di appartenenza, di gusto.

[Sullo stesso numero dell’Indice in cui compare questo articolo, a p. 2., Enrico Castelnuovo, parlando d’altro: “Quanto alle regole delle collezioni sappiamo, lo ripeteva Giulio Bollati, come esse siano fatte per tollerare, talvolta, qualche sprezzatura ed eccezione”. Certo si riferiva a pratiche ed abitudini che sono venute molto modificantesi, ma la forza nella costruzione delle collane sta proprio nella dinamica fra rigore programmatico ed eccezione. Nel caso de Le coincidenze in “Attese” il caso sembra diverso: l’eccezzione -che a breve non sarà forse più tale- è governata dal rigore del contesto, e ne rafforza l’identità ricevendone forza interpretativa.]

(Appunti, che qui trascrivo in versione aumentata e aggiungendo i links, appare mensilmente sulla rivista cartacea L’Indice dei Libri dal febbraio 2008; è uno spazio nel quale cerco di dar conto di novità editoriali: nuove case editrici, nuove collane, innovazioni significative nella grafica o nei programmi. Per segnalazioni, integrazioni, errori potete lasciare un commento o scrivermi via mail: federico.novaro.libri [chiocciola] gmail.com, grazie)

Articolo apparso su L’Indice dei Libri, n. 6 – XXVIII, Giugno 2011.

*lindice


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: