federico novaro libri

Matteo B. Bianchi / GATTA GATTA . :duepunti edizioni 2011. (segnalazione)

Posted in segnalazioni by federico novaro on 21 giugno 2011

È in libreria

Gatta gatta
di Matteo B. Bianchi

Direzione di collana: Giorgio Vasta e Dario Voltolini
Progetto grafico e impaginazione: .:terzopunto

62 p. ; 6€
:duepunti edizioni -Zoo, Palermo 2011

Matteo B. Bianchi, Gatta gatta, :duepunti edizioni 2011; progetto grafico di .:terzopunto; cop. (part.), 1

Nella collana “Zoo”, arrivata con questo volume alla settima uscita, :duepunti edizioni pubblica il breve racconto di Matteo B. Bianchi, Gatta gatta.

Matteo B. Bianchi, Gatta gatta, :duepunti edizioni 2011; progetto grafico di .:terzopunto; recto del frontespizio (part.), 1

Nuovo per le edizioni :duepunti, Matteo B. Bianchi è da qualche mese in libreria con il suo ultimo romanzo, Apocalisse a domicilio, uscito da Marsilio. FNlibri fece allora un post di segnalazione, con tanti link e anche un video, e una breve ricostruzione delle vicende editoriali dell’autore: Apocalisse a domicilio.

Matteo B. Bianchi, Gatta gatta, :duepunti edizioni 2011; progetto grafico di .:terzopunto; q. di cop. (part.), 1

Di Gatta gatta ha parlato Gianfranco Franchi su Lankelot:

“[…] un racconto semplice e popolare: è la storia della scoperta della possibilità della libertà, dell’imprevedibilità e della leggerezza nella vita di una ragioniera della nebbiosa provincia meneghina, infestata dalla noia. È una storia raccontata con molta maniera e molta dolcezza: sembra discendere dalla narrativa rosa italiana d’antan. […]

Rosa ha capito che nella vita si deve imparare a convivere con il vuoto. Che la vita certe volte è fatta di questo: di vuoto. Che spesso le sue amiche sembrano andare in cerca di una presenza maschile, al loro fianco, capace di cancellare il vuoto. Come se un maschio fosse un incantesimo. Ma non è così che il vuoto si cancella, niente da fare. “Si chiede come facciano a non capirlo le colleghe – scrive Matteo B. Bianchi –. Forse perché sono questa strana generazione di confine: i ragazzini di oggi si accoppiano e si lasciano di continuo, i loro genitori si sposavano adolescenti e stavano insieme tutta la vita. Loro, rimaste in mezzo, non sono né una cosa, né l’altra, ma non riescono a farsene una ragione” [p. 17]. […]

Matteo B. Bianchi, Gatta gatta, :duepunti edizioni 2011; progetto grafico e impaginazione di .:terzopunto; p. dell'occhietto (part.), 1

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: