federico novaro libri

Ypsilon editeur, di Giacomo Giossi

Posted in giacomo giossi, l'argent de poche by federico novaro on 27 giugno 2011

Giacomo Giossi

L’argent de poche, uno sguardo sull’editoria francese

argent de poche, prova, 3

quinta puntata: Ypsilon editeur

(quinta puntata de L’argent de poche, a cura di Giacomo Giossi: una serie di post che raccontano l’editoria francese, soffermandosi soprattutto sulle piccole case editrici cartacee)

Une chatte cachée!

Una grande C puntata si staglia nel mezzo della copertina bordeaux. La C. è il titolo, l’autore è Piero Paolo Pasolini, l’editore è Ypsilon. Impossibile trovare il titolo nella bibliografia dell’autore friulano, si tratta infatti di un poema mai pubblicato singolarmente in italiano. Il titolo originale è F., C. la sua traduzione letterale.

E’ il 1965 quando Pasolini comunica a Giulio Einaudi l’idea di farne un libro per la collezione di poesia Einaudi. Il volumetto, che non vedrà mai la luce, è disponibile solo nelle opere complete dei Meridiani Mondadori.

E’ quindi un vero e proprio inedito quello che l’elegante editore parigino ha pubblicato nel 2008. Con testo a fronte e curato, come l’altro titolo di Pasolini in catalogo, Feuilles de langues romanes (in edizione trilingue: francese, italiana, spagnola), da Isabella Checcaglini e da Etienne Dobenesque, il volumetto è stampato in tiratura limitata a 500 copie.

Cucito in brossura con alette utilizza una carta vergata molto bianca, ha caratteri Bodoni sia per la copertina che per il testo. Elegante, ma non austero, il volume riporta tutte le notizie bibliografiche sulle alette, per lasciare la quarta di copertina libera e segnata solo da una vezzosa y. Il titolo C. non è altro che “l’initiale de chatte, le nom obscéne et banale du sexe féminin”. La fica, nell’originale in italiano, è infatti il tema conduttore del duro e provocatorio testo poetico di Pier Paolo Pasolini.

Nata nel 2007 per volontà di Isabella Coccaglini, Ypsilon conta tre collane, una di letteratura, una, più preziosa, in cui l’apparato iconografico dialoga splendidamente con i testi e l’ultima dedicata ai temi bibliografici e alla storia e cultura tipografica. Questa probabilmente è la collezione che più di tutte esprime e concentra le peculiarità di una casa editrice fortemente cartacea.

Nata inizialmente con il solo scopo di pubblicare Un coup de Dés di Mallarmé nel formato e con le caratteristiche pensate da Odilon Redon che oltre alle illustrazioni si occupò anche della forma tipografica del testo, Ypsilon vanta oggi quasi trenta titoli in catalogo e rapporti con le principali biblioteche nazionali europee e americane.

Mallarmé si ritrova così oggi a dialogare nel catalogo Ypsilon con Pasolini, Ritsos, Barnes, Zürn, Penna, Bayard allo stesso modo con cui s’intratteneva nella sua abitazione in rue de Rome a Parigi con Valery, Yeats, Rilke, Verlaine. Un continuo scambio intellettuale che attraversa i luoghi e i tempi e si deposita davanti ai nostri occhi sulle pagine di questi bellissimi volumi, una magia che è ancora in grado di stupirci tanto più se ci appare nella consistenza concreta di un libro in carta, filo e colla.

L’argent de poche, uno sguardo sull’editoria francese

a cura di Giacomo Giossi

5) Ypsilon editeur, Paris

argent de poche, prova, 3

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: