federico novaro libri

F. Scott Fitzgerald / This Side of Paradise / Megan Wilson

Posted in copertine by federico novaro on 18 agosto 2011

Cartoline da nyc. 7

(se è pur vero che abbiamo visto poche librerie a ny, è vero anche che i reader e gli i-pad nella metro se la giocavano quasi alla pari coi libri cartacei -non sui bus però, ma FN mi ha proibito di tentare di trarne delle generalizzazioni sociologiche-.  Sarà geloso, le vuole fare solo lui. FN mi ha anche chiesto d’essere io -sei tu il responsabile!- a dire che i caratteri sfocati che si vedono nella fotografia del colophon non sono una scelta della designer ma dovuti alla mia imperizia fotografica. Mi astengo d’ogni mio, autonomo, commento)

Cover parade. 5

This Side of Paradise, di Francis Scott Fitgerald; cover design by Megan Wilson

Francis Scott Fitzgerald, This Side of Paradise, cover design di Megan Wilson. Copertina (part.)

Che Megan Wilson ami un certo, insopportabile, melenso, gusto old-england (ma quanto confortevole), appare chiaro se non con certezza dalle sue copertine, di certo dai due blog che, oltre a quello che documenta la sua attività nell’editoria, afferiscono al suo nome sul suo profilo su blogger.com.

Qui troviamo my book cover, che posta una sull’altra in ordine, credo, cronologico, le sue copertine (niente dorsi, niente quarte, ma anche niente dati del testo, data, collaboratori, niente; però dà le fonti delle illustrazioni, cosa questa rara e bella).

Poi abbiamo il blog Ancient Industries, che è un trionfo dell’old england style, della cabina telefonica, del cagnolino, della terracotta dal disegno pulito, dello stivale di gomma, dello strofinaccio da cucina. Tutto ripulito e lavato dalla patina del tempo, dalla fatica che costava vivere allora usando quegli oggetti, in una specie di estatica contemplazione astorica.

Infine lo shop, dove la maggior parte delle cose illustrate trovano il loro sbocco commerciale, sotto lo stesso nome, Ancient Industries.

E di certo questa copertina di Fitzgerald è debitrice di quel gusto, che qui trova però un’applicazione fortunata. Molto semplice nella composizione, di immediata lettura senza rinunciare al forte potere evocativo degli elementi scelti: il lettering che imita i dattiloscritti non è nulla di nuovo, ma qui funziona bene ad evocare un’epoca; ben spaziato sul campo giallino (anch’esso old), è la cifra scelta per questo e per gli altri testi di Fitzgerald inseriti nella collana Vintage Classics, dove Wilson dà grande prova di sè. A segnalare l’appartenenza alla medesima collana una serie, nell’angolo a sinistra in alto, di rombi colorati, che si sporgono sul dorso. Per il resto grande libertà, salvo la coerenza all’interno di serie di uno stesso autore.

Naturalmente ci sono esiti più o meno riusciti, fra tutti quello che qui si vuole segnalare per divertita intelligenza è la copertina per The original Frankestein, di Mary Shelley, spiazzante e acuto nella scelta dell’immagine, ironico nel rapporto fra questa, il lettering, e l’illustrazione.

Meno belle e forse più scontate le copertine per Vintage Books, anche se quella per i Selects Poems di Auden pare riuscita, nella cupa seriosità luminosa dell’immagine (un ritratto fotografico di Auden eseguito da Cecil Beaton) e del suo sfondo, e la levità infantile del lettering.

Una delle cose che sembrano contraddistinguere il suo lavoro è una interessante capacità di cogliere il cuore delle immagini scelte (delle loro porzioni), evidente nella copertina per Dracula (migliore quella pubblicata di quella cassata, pesantemente più banale), al punto da sembrare quasi una battuta (attenuata con eleganza dal lettering di gusto classico).

Infine la serie di testi di Nancy Mitford, dove un impianto ormai usurato nei tascabili di tutto il mondo, quello che prevede una immagine a tutto campo cui viene sovrapposta una etichetta con i dati, è qui riproposta in tono leggero, muovendo i bordi dell’etichetta secondo curve rococò molto amate negli anni ’50, ma riproponendole poi secondo simmetrie alterate lungo i bordi del piatto, in un gioco ironico e divertito.

Francis Scott Fitzgerald, This Side of Paradise, cover design di Megan Wilson. Colophon (part.)

Advertisements

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: