federico novaro libri

Virginia Woolf / VOLTANDO PAGINA / il Saggiatore 2011. (segnalazione)

Posted in segnalazioni by federico novaro on 13 settembre 2011

È in libreria

Voltando pagina. Saggi 1904-1941
di Virginia Woolf

a cura di Liliana Rampello
traduzioni di : Daniela Daniele ; Adriana Bottini; Livio Bacchi Wilcock; J. Rodolfo Wilcock; Mirella Billi; Daniela Gugliemino; Nadia Fusini; Masolino d’Amico; Flora de Giovanni; Anna Rossi-Doria; Mirella Billi.

[responsabilità grafiche non indicate]

657 p. ; 29€
ilSaggiatore -La Cultura 740, Milano 2011

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941. ilSaggiatore 2011;  [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 1

il Saggiatore manda in libreria una raccolta di saggi di Virgina Woolf, in massima parte già comparsi, in volumi separati, presso altri editori, oltre a una serie di testi inediti in Italia -soprattutto articoli apparsi su testate periodiche, ma anche un saggio da The Common Reader che non venne compreso nell’edizione italiana, per le cure di Liliana Rampello (già autrice per il Saggiatore di un saggio su Virginia Woolf, Il canto del mondo reale, uscito nel 2005 nella collana “La Cultura”, ristampato ora nella collana “Tascabili. Saggi” -almeno così risulta da ibs, non ancora dal sito de ilSaggiatore).

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941. ilSaggiatore 2011;  [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 12

Intanto: evviva!

È sempre una festa se un nuovo volume di scritti di Woolf arriva in libreria.

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941. ilSaggiatore 2011;  [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 11

Sono moltissime le raccolte di saggi che sinora sono comparse in Italia, mai purtroppo organizzati in un opera organica che ne presenti la totalità ordinata cronologicamente.
Anche l’edizione dei Meridiani, a cura di Nadia Fusini uscita nel 1998, titolata Saggi, Prose, Racconti (faceva seguito al volume a cura di Sergio Perosa, uscito nei Meridiani vent’anni prima, che sotto il titolo di Romanzi ed altro, pubblicava un misto di materiali diversi -Dalloway, Gita al faro, Orlando, la Stanza, un po’ di saggi brevi, un po’ di lettere, qualche pagina del Diario-, s’era limitato a una scelta: “[…] Tra saggi, recensioni, articoli l’attività critica di VW riempie ben sei volumi (quattro dei quali già pubblicati), amorevolmente curati da Andrew McNeillie per la Hogart Press. La drastica riduzione d’obbligo per l’edizione italiana ha imposto un sacrificio crudele […]”, p. 1346.

(En passant si segnala che di Pier Paolo Pasolini Mondadori ha pubblicato 12 Meridiani, tutti ancora reperibili. Due Meridiani per Woolf, in più di trent’anni, dodici Meridiani per Pasolini: triste Paese.)

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941.  ilSaggiatore 2011; [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 10

Il taglio che Rampello dà alla sua raccolta sembra interessante: l’intento è di seguire la vita di Woolf lungo la pubblicazione dei saggi, evidenziandone così, nella sequenza delle pagine e con la divisione in capitoli dai nomi evocativi, il valore biografico. Questo nella prima parte. Nella seconda invece i saggi sono ordinati attorno a parole tematiche.

In quarta di copertina una citazione divertente e molto ben scelta: “Sono così stufa di sentire tutti i vecchi signori dirmi che sono un critico nato e non un romanziere, e tutti quelli giovani dirmi che sono un romanziere nato e non un critico” -Virginia Woolf a Ethel Sands, 31 maggio 1925.

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941. ilSaggiatore 2011;  [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 9

Una volta tanto il libro è fornito di un po’ di apparati, intanto la breve Introduzione, dove Rampello presenta discorsivamente i saggi e, purtroppo poco sistematicamente, il loro ordine; ogni saggio presenta in coda il titolo originale, la fonte originale e l’anno di pubblicazione (peccato non averne poi fatto una lista in coda al volume, con l’indicazione delle precedenti pubblicazioni italiane e la responsabilità della traduzione); in coda al volume troviamo, dopo i Ringaziamenti, una Cronologia, i Riferimenti bibliografici (Opere di Virginia Woolf: Romanzi e Racconti; Principali raccolte di saggi -in lingua inglese; Principali raccolte di saggi -in lingua italiana; Bibliografie principali); seguono le Fonti bibliografiche, dove si indicano le traduzioni dei saggi e da dove si desume la loro provenienza, raccolte purtroppo per titolo dei volumi); infine un Indice ragionato dei nomi.

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941. ilSaggiatore 2011;  [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 8

I volumi da cui i saggi presenti in Voltando pagina sono tratti sono (dati presenti in Fonti Bibliografiche): Ore in biblioteca e altri saggi, a cura di Paola Splendore, La Tartaruga, Milano 1991; Le donne e la scrittura, a cura di Michèle Barret, La Tartaruga, Milano 2003; Per le strade di Londra, il Saggiatore, Milano 1963; Ritratti di scrittori, a cura di Mirella Billi, Pratiche, Milano 1995; Il lettore comune. Seconda serie, a cura di Daniele Gueglielmino, il melangolo, Genova 1996; Saggi, prose, racconti, a cura di Nadia Fusini, Mondadori, Milano 1998; Londra in scena, a cura di Nadia Fusini, Mondadori 2006; La signora dell’angolo di fronte, il Saggiatore, Milano 1979; Immagini, a cura di Flora de Giovanni, Liguori, Napoli 2002; La vita come noi l’abbiamo conosciuta, Savelli, Roma 1980.

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941. ilSaggiatore 2011;  [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 7

Nel Colophon, in testa al volume, si indica:

Flora de Giovanni (a cura di), Immagini
© 2002 Liguori Editore S.r.l., Napoli
Riprodotto con l’autorizzazione dell’Editore

Daniela Guglielmino (a cura di), Il lettore comune. Seconda serie
© 1996 il nuovo melangolo, S.r.l., Genova
Riprodotto con l’autorizzazione dell’Editore

Nadia Fusini (a cura e con un saggio introduttivo di), Saggi, prose, racconti
© 1998 Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., Milano
Riprodotto con l’autorizzazione dell’Editore

Nadia Fusini (a cura di), Londra in scena
© 1996 Arnoldo Mondadori Editore S.p.A., Milano
Riprodotto con l’autorizzazione dell’Editore

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941. ilSaggiatore 2011;  [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 6

I testi inediti, tutti tradotti da Mirella Billi sono: Le lettere di Jane Welsh Carlyle (tit. orig.: The Letters of Jane Welsh Carlyle, Guardian, 2 agosto 1905); Il valore della risata (tit. orig.: The Value of Laughter, Guardian, 16 agosto 1905 -qui p. 87); Frasi alate (tit. orig.: Winged Phrases, Times Literary Supplement, 30 ottobre 1919 -qui p. 90); Chiacchierando di memorie biografiche (tit. orig.: A Talk About Memoirs, New Statesment, 6 marzo 1920 -qui p. 95) ; Il disegno di legge sul piumaggio (tit. orig.: The Plumage Bill, Woman’s Leader, 23 luglio 1920); La signorina Ormerod (tit. orig.: Miss Ormerod, The Common Reader: First Series, The Hogart Press, London 1925, che non venne compreso nell’edizione de Il lettore comune. 1. Sul dorso di un’idea, il melangolo 1995 -qui p. 229); Che cos’è un romanzo (tit. orig.: What Is a Novel?, Weekly Dispatch, 27 marzo 1927); Due donne (tit. orig.: Two Women, Nation & Athenaeum, 23 aprile 1927); Un Professore di Vita (tit. orig.: A Professor af Life, Vogue, maggio 1926); ‘Prosa appassionata’ (tit. orig.: Impassioned Prose, Times Literary Supplement, 16 settembre 1926); Un’introduzione alla Signora Dalloway (tit. orig.: An Introduction to Mrs Dalloway, The Modern Library of the World’s Best Books, Random House, London, 24 dicembre 1928); Una passeggiata notturna (tit. orig.: A Walk by Night, Guardian, 28 dicembre 1905); Lady Strachey (tit. orig.: Lady Strachey, Natin & Athenaeum, 22 dicembre 1928).

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941. ilSaggiatore 2011;  [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 5

Forse questa messe di informazioni poteva essere ordinata pensando anche alla loro fruibilità. I dati ci sono, ma raccappezzarcisi non è facile. Disegnare una griglia ordinata delle provenienze, delle traduzioni, dei titoli originali, dell’anno di pubblicazione originale, avrebbe oltretutto esaltato l’opera quasi autoriale che intende essersi data la curatrice, uscendo dall’ambiguità che invece il volume sembra non dissipare. Non soccorre in questo il risvolto di copertina, dove si legge: “[…] Liliana Rampello ha qui scelto, tagliato, cucito, montato in un nuovo percorso articoli e saggi -noti e meno noti- molti inediti in Italia- […]”, laddove la presenza del verbo “tagliare” fa pensare che dei saggi siano dati delle parti, la cui consistenza, a una prima scorsa voloce, come si addice per una Segnalazione, non si è in grado di individuare.

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941.  ilSaggiatore 2011; [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 4

Insomma: 600 pagine di saggi di Woolf sono di per sè una festa, e bene ha fatto il Saggiatore, in attesa che per gli stessi tipi o per altri esca infine l’integrale pubblicazione, a presentarla, peccato solo gli apparati, non all’altezza di cotanta meraviglia.

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941. ilSaggiatore 2011 [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Risvolto della quarta di copertina (part.) , 1

Qui di seguito alcune delle copertine dei volumi da cui i saggi compresi in Voltando pagina sono tratti

Virginia Woolf, Ore in biblioteca e altri saggi; La Tartaruga edizioni 1991; [responsabilità grafiche non indicate]; copertina (part.) Virginia Woolf, Londra in scena; Mondadori (Oscar) 2006; [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: Londra, 1936 © E. O. Hoppe/Corbis. Copertina (part.) Virginia Woolf, Per le strade di Londra; Garzanti / il Saggiatore (Saggi); copertina di Fulvio Bianconi. copertina (part.) Virginia Woolf, Saggi, prose, racconti; Mondadori (i Meridiani) 1998 [responsabilità grafiche non indicate]; alla p. del cofanetto editoriale: "Foto centro documentazione Arnoldo Mondadori editore" [ritratto fotog. b/n. di V. W.]; Cofanetto edit. (part) Virginia Woolf; Immagini / Pictures; Liguori editore (Angelica); [resp. graf non indic.]; alla cop.: "in b. a sx: Vanessa Bell: V. Woolf in a Deckchair, 1912; in a. a dx: V. Bell: V. W., 1911-12". copertina (part.) Virginia Woolf, Il lettore comune. Seconda serie; il melangolo (Lecturae) 1996; progetto grafico: Christoph Radl; alla cop.: fotog. b/n di Adriana Ferrari. copertina (part.)

Virginia Woolf, Voltando pagina. Saggi 1904-1941.  ilSaggiatore 2011;  [responsabilità grafiche non indicate]; alla cop.: ©Hulton-Deutsch Collection/Corbis. Copertina (part.) , 13

Si approfitta di questa segnalazione per ricordare che il Diario di una scrittrice, che raccoglie una breve scelta dai Diari, dopo l’edizione sontuosa di minimum fax del nella collana “i Quindici” (2009), è ora disponibile sotto il marchio Beit, in brossura e a 9€. E visto che si parla dei Diari, non ci si può esimere dall’ennessima, inascoltata lamentazione: quand’è che potremo leggere in italiano i Diari di Virginia Woolf? (in fondo il primo volume uscì solo 34 anni fa). O quand’è che Einaudi finirà la pubblicazione delle Lettere? (in fondo ha solo iniziato solo 31 anni fa)

Advertisements

3 Risposte

Subscribe to comments with RSS.

  1. lukiz said, on 13 settembre 2011 at 4:32 pm

    1) preso il volume ultimo delle lettere in inglese.
    2) preso i diari in francese; così a occhio (o a naso) credo ci stia dentro anche il periodo del volume che è uscito (uscirà? come sono pigra in questo periodo) per mattioli. ma poi guarderò bene.
    3) lamentazione: ma è mai possibile che usino sempre le due foto solite? woolf come angelicata di profilo e woolf come donna di una certa età con naso aguzzo e quasi brutta (come a dire: questa donna è intelligente)?
    umpf.

  2. federico novaro said, on 13 settembre 2011 at 4:36 pm

    1) evviva! (in inglese, che invidia) (io sono inglese-non sapente)
    2) quelli da stock (se ricordo bene), sì, anch’io credo. Il Mattioli mi son dimenticato di segnalarlo 😦 Mi segnaleresti quando non segnalo?
    3) condividissimo

  3. lukiz said, on 13 settembre 2011 at 4:39 pm

    1) io con l’inglese non sono bravissima, ma ho la zucca durissima e ordine e metodo. eppoi l’edizione mi piace.:)
    2) sìsì, loro!
    3) eh, che tristezza.


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: