federico novaro libri

Mario Lavagetto / QUEL MARCEL!. Einaudi 2011. Mariolina Bertini (da L’Indice dei Libri, IX-2011)

Posted in recensioni by federico novaro on 23 settembre 2011

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. Dorso (part.), 1

Quel Marcel!
Frammenti dalla biografia di Proust
di Mario Lavagetto

[responsabilità grafica non indicata]

395 p. ; 25€
Einaudi -PBE (ns – Saggistica letteraria e scientifica), Torino 2011

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. Frontespizio (part.), 1

Recensione di Mariolina Bertini, pubblicata su L’Indice dei Libri del mese, settembre 2011

L'Indice dei Libri, logo. (part.)

“Je qui n’est pas moi”

“Quel Marcel!”: già la citazione che funge da titolo a questo racconto critico, costellato di indizi più di un’avventura di Sherlock Holmes, è un indizio, scelto per orientare e disorientare al tempo stesso il lettore.
E’ una citazione dalla Prigioniera. Il protagonista, in preda a una crisi di gelosia, ha mandato a chiamare Albertine, di cui esige un rapido ritorno a casa. Albertine gli risponde, rassicurandolo (cito la traduzione di Raboni): “Come potete pensare che io sia seccata, e che qualcosa possa divertirmi quanto starvi vicina? Sarà carino uscire noi due insieme, e sarebbe ancora più carino uscire sempre così. Ma insomma, cosa andate mai a pensare? Che Marcel! Che Marcel! [Quel Marcel! Quel Marcel] “.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. Copertina (part.), 4

L’esclamazione di Albertine attribuisce al narratore il nome di battesimo di Marcel Proust; e non è affatto facile conciliarla con le perentorie dichiarazioni del romanziere, che ha sempre negato ogni possibile identificazione tra lui e il personaggio che, da un capo all’altro della Ricerca, «dice “io”». E’ dunque un indizio e una traccia : rende visibile quel che c’è di fluttuante nell’identità del narratore della Recherche; ne porta in superficie per un attimo la lunga e contraddittoria genesi sotterranea.
E’ proprio questa genesi il tema centrale intorno al quale si ordinano i sette capitoli di Quel Marcel!, quasi proponendo, implicitamente, una ridefinizione di quella “critica genetica” che sui manoscritti di Proust ha dato prove egregie, ma che rischia a volte di perdersi nel censimento esaustivo di microvarianti scarsamente significative.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. Copertina (part.), 10

Nel Tempo ritrovato, Proust spiega di non aver scoperto le verità sulle quali ha fondato la sua opera con il microscopio, ma con il telescopio, di cui si è servito, scrive, “per scorgere cose piccolissime, è vero, ma piccolissime per il fatto di essere situate a una grande distanza, e ciascuna delle quali era un mondo.” Anche Lavagetto, nella sua peculiare versione della critica genetica, non usa il microscopio. Punta il suo telescopio su “cose piccolissime” disseminate nella vita e negli scritti di Proust, a partire dall’adolescenza. E da quelle cose piccolissime, ma ognuna delle quali racchiude un mondo, ricostruisce l’accidentata preistoria della voce che nella Recherche dice “io”. Nasce nel 1909, quella voce inconfondibile, fantasmatica, inquietante. Ma le premesse che ne rendono possibile la nascita sono molto più lontane.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. Copertina (part.), 9

L’ossessione del costante sdoppiamento dell’io (tra soggetto osservatore e oggetto osservato) già si affaccia, per esempio, in una lettera del Proust liceale indirizzata al professore di filosofia. In questa lettera il telescopio di Lavagetto scorge “qualcosa di inquietante e perfino di sovversivo di cui resterà una traccia profonda nella Recherche”: la convinzione che lo sguardo che il soggetto appunta su se stesso non sia, come affermava la tradizione dei moralisti, una fonte di armonia e di equilibrio, ma piuttosto un elemento apportatore di disordine.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. Copertina (part.), 7

E’ soltanto un esempio tra mille. Nei testi giovanili di Proust Lavagetto individua le “prove d’orchestra” dell’opera maggiore, sempre tenendo come filo conduttore il lento emergere dell’’”io” della Recherche, “luogo insieme di una conoscenza e di una metamorfosi a cui si è potuto temporaneamente attribuire il nome di Marcel e che, tuttavia, è irriducibile a una contingente identità. “L’incompiuto romanzo giovanile Jean Santeuil – con la sua narrazione che oscilla fra le terza persona e la prima – offre per questa ricerca un terreno privilegiato ; ma anche nelle lettere, negli articoli, nei pastiches, è sempre con un gesto infallibile che Lavagetto coglie l’elemento significativo per poi metterne a nudo, in un percorso intepretativo sorprendente, ambiguità, enigmi e contraddizioni.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. Copertina (part.), 6

La tappa più commovente del suo itinerario è quella consacrata, sotto l’egida di René Girard e di Freud, all’articolo Sentimenti filiali di un parricida, sorta di “discesa agli inferi” di Proust, intrapresa tra la morte della madre e l’inizio della stesura della Recherche. Proust ravvisa, nella figura del matricida von Blarenberghe, non il mostro additato dai giornali, ma un archetipo in cui, attraverso il dramma edipico, ogni uomo dovrebbe identificarsi. D’altronde, la discesa agli inferi è un motivo ricorrente nella corrispondenza e nell’opera dell’autore della Recherche: interrogare i morti e nutrirli con il proprio sangue è la sola via attraverso cui, con un costo altissimo, il romanziere possa trovare la propria voce. Su questo punto il discorso di Lavagetto riprende e sviluppa magistralmente un’intuizione del suo maestro Debenedetti: si disegna così davanti ai nostri occhi una linea di continuità nella storia della critica italiana di Proust, anch’essa commovente, e sicuramente istruttiva.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. p. dell'esergo (part.), 2

Riassunto bibliografico:
queer / letteratura francese / prime edizioni
Quel Marcel! Frammenti dalla biografia di Proust / Mario Lavagetto
1. ed. – Torino : Einaudi. – 395 p. ; 20,5 x 13.5 cm. – (PBE ns / Sll, 536)
brossura
©2011 Giulio Einaudi editore

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. p. 307 (part.), 1

Mariolina Bertini è Fuorisede, sul nuovo FN.

L’Indice di Quel Marcel!:

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. p. dell'esergo (part.), 1

1888: Interno dui famiglia; Igiene di un nevrastenico, Anni di apprendistato; “Etant autre que moi”; L’io moltiplicato.
Le Muse ignoranti: Piccole questioni di diritto privato; …ma sì, Madame Straus!; Radiografie nel casetllo di Axel; Prove d’orchestra; Tra carezze e sevizie. Altre prove d’orchestra.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. p. 43 (part.), 1

Un capolavoro sconosciuto?: Forse meno e forse più di un romanzo; Un personaggio senza destino; Pronomi; “Suis-je romancier?”.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. p. 89 (part.), 1

La discesa agli inferi e il parricidio: Antefatto; 20 dicembre 1902 – 6 settembre 1905; 26 settembre 1905 – 27 dicembre 1906; 24 gennaio 1907; 3 febbraio 1907; Sentiments filiaux d’un parricide / Sentimenti filiali di un parricida: Sentiments filiaux d’un parricide; Sentimenti filiali di un parricida; Ancora 1° febbraio 1907; Sotto il segno di Edipo; Il ritorno di Ulisse e la sua metamorfosi.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. p. 123 (part.), 1

La biografia disorientata: Questioni di metodo; La temperatura di un giorno qualsiasi; L’alfabeto; Esercizi di incompetenza trascendentale; Mentire sul letto di morte; Altri esercizi di incompetenza trascendentale; Variazioni; Intersezioni.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. p. 213 (part.), 1

“Giocare a golf in abito da sera”: Premessa; Una variabile dipendente; Una funzione sociale; La visibilità; Così parlava Charles Swann; Il tornaconto dello scrittore.
“Je qui n’est pas moi”: Un passo indietro; “C’est bien lui”; Sulle tracce di un lettore impossibile; “Shut your eyes and see”; Breve intermezzo genealogico; Il lago di Ginevra; I nodi si sciolgono; I temi si combinano; Breve intermezzo tipologico; Rivoluzione copernicana.

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. p. 307 (part.), 1

Riferimenti bibliografici.
Indice dei nomi.

Su la Repubblica del 21 luglio 2011, un lungo colloquio di Franco Marcoaldi con Mario Lavagetto

Mario Lavagetto, Quel Marcel!; Einaudi 2011. [resp. grafica non indicate], alla cop.: Claude Monet, Ninfee, 1916-19/Musée Marmottan Monet/Foto Lessing-Contrasto. Copertina (part.), 12

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: