federico novaro libri

Editoria: notizie / 78. PIANO B (da L’indice dei Libri, novembre 2011, 1 di 2)

Posted in editoria, notizie by federico novaro on 25 novembre 2011

abbeʧe’darjo / FN. B

Piano B

abbeʧe’darjo / FN. B

Piano B edizioni, una casa editrice pratese, ancora giovane, i primi titoli sono del 2007, ma che ha già consolidato le buone premesse degli esordi. C’è un altro modo di fare editoria in Italia, questo il senso del nome.

Il primo terreno sondato sono stati i classici illustrati della collana “Avatara”, con cui è nata la casa editrice: la Metamorfosi di Kafka, illustrato da Nicola Console, con prefazione di Luigi Lo Cascio (insieme curarono una messa in scena del testo kafkiano) e Il gatto nero e altri racconti del terrore, di Edgar Allan Poe, illustrato da Luis Scafati.

Da allora le collane sono salite a otto. Forse troppe per una casa ancora piccola. “Avatara” si è per ora fermata ai primi due titoli, e la “zero5sette4” paga un poco pegno ad un orizzonte locale angusto; le altre sei lasciano immaginare e sperare per Piano B un futuro interessante.

Le linee programmatiche sono audaci e astute: nel catalogo di Piano B si trovano nomi e titoli che le grandi case editrici hanno dimenticato. Non c’è l’elitaria volontà di scavo che porti alla luce la perla minore ma fulgida, c’è invece l’ipotesi che l’editoria italiana trascuri grandi fette di mercato, abbagliata dall’idea che il mercato possa essere solo uno.

Nei grandi gruppi è invalsa ormai l’idea che sotto certe tirature i libri sia inutile stamparli: idea predittiva basata su elementi aleatori, s’è subito corredata di dogmi che non possono avere verifiche. L’onere della verifica se lo accollano marchi più piccoli, meno accecati dall’horror vacui delle classifiche di vendita.

Così, nella collana “La mala parte” troviamo Henry D. Thoreau, Arthur Schopenhauer, Oswald Spengler, oppure i più recenti Mark Twain delle Lettere dalla terra, o il Balzac del Trattato della vita elegante. La collana è anche interessante perché portatrice -ma tutto il catalogo di Piano B lo è- dell’idea desueta che testi scritti ieri possano aiutare a capire l’oggi.

Certo gioca anche che i testi fuori diritti costino meno, e questo orienta spesso le nuove case editrici, ma, naturalmente, la differenza la fa il progetto e la consonanza fra i titoli.

“Elementi” è la collana-specchio attraverso cui la Piano B si descrive. Anche qui librini di piccolo formato, in brossura, con copertine tutte tipografiche, eleganti e composte, con la rara capacità di essere anche allegre. Ma, salvo episodi dimenticabili, tutta la grafica di Piano B è degna di nota, dagli inizi, e soprattutto ora, con la collaborazione della Ifix di Maurizio Ceccato.

Nella “Zeitgeist” esce ora L’arte del Piano B. Un libro strategico, di Lanfranco Franchi, il cui interesse, oltre che per l’autore, che è scout e consulente editoriale, sta nel raro caso in cui nome della casa editrice e titolo di un suo libro si rispecchino uno nell’altro.

abbeʧe’darjo / FN. B

(Appunti, che qui trascrivo -aggiungendo i links, appare mensilmente sulla rivista cartacea L’Indice dei Libri dal febbraio 2008; è uno spazio nel quale cerco di dar conto di novità editoriali: nuove case editrici, nuove collane, innovazioni significative nella grafica o nei programmi. Per segnalazioni, integrazioni, errori potete lasciare un commento o scrivermi via mail: federico.novaro.libri [chiocciola] gmail.com, grazie)

Articolo apparso su L’Indice dei Libri, n. 11 – XXVIII, Novembre 2011.

*lindice


Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: