federico novaro libri

Editoria: notizie / 85. MONDADORI / EFFEQU (da L’indice dei Libri, 2 / 2012)

Posted in editoria, notizie by federico novaro on 26 febbraio 2012

M

Gli ebook e la cura dei libri cartacei. Mondadori, effequ

M

La lingua ha rappresentato per decenni il confine riconosciuto dei mercati ai quali si rivolgeva una casa editrice, confini spesso ricalcati e consolidati dalle regole che sovrintendono al commercio dei diritti, spesso vincolati a ambiti nazionali (regole che stanno entrando sempre più evidentemente in una fase di fibrillazione).
La circolazione via via più semplice delle merci ha prodotto anche le prime alleanze sovranazionali fra case editrici. La possibilità di inviare e di accedere ai testi da ovunque a ovunque introdotta dalla diffusione delle reti internet, come in ogni altro ambito, contribuì a scardinare i confini dei mercati, spingendo anche le case editrici ad allargare l’orizzonte e ad alzare la barra della redditività per testo in modo significativo.
Il mercato in lingua inglese, già storicamente dotato di confini amplissimi e mobili, tende ad ampliarsi intrecciando i confini con mercati in altre lingue.
Già piccolo, sia in numeri assoluti di italofoni che in percentuale di lettori, il mercato italiano si avvia a diventare più residuale (la lingua –talvolta chiamata “traduttese”- adottata ormai da molti dei loro scrittori, è una buona spia di quale sia l’orizzonte di mercato delle case editrici, che tendono, in accordo coi tempi, a schiacciare sul produttore costi che prima non gli competevano, come il produrre beni che siano più facilmente smerciabili su un mercato più vasto).

In questo scenario risulta più marcato il solco fra case editrici molto grandi, dotate di diramazioni e affacci su mercati esteri, il cui margine di redittività per singolo prodotto deve essere molto alto, e case piccole, i cui costi di gestione sono in parte recentemente diminuiti, e che, confrontandosi con un mercato domestico, possono mettere in atto strategie, anche di cura del prodotto, ormai impensabili in seno ai grandi marchi e che possono trovare un equilibrio fra costi della macchina produttiva e introiti a livelli molto più bassi.

Così dopo qualche decennio in cui case grandi e case piccole viaggiavano entrambe verso un obbiettivo di sempre maggior industrializzazione dei processi, e dove sembrava ineluttabile che le piccole aspirassero a diventare le grandi, in questi ultimi tempi i rispettivi destini sembrano non più necessariamente coincidere, e i prodotti messi sul mercato radicalmente diversi, recuperando, le piccole, una dimensione para-artigianale, le grandi facendosi globali.

L’allure artigianale, un punto di forza, se non inteso unicamente in senso nostaglico, delle piccole, è anche sostenuta dal difficile impatto dell’avvento degli ebook, che se pure soddisfa esigenze di velocità di accesso, maneggevolezza, leggerezza e duttilità, è ancora manchevole dal punto di vista sensoriale.

Una buona mediazione fra tutti questi segnali è da Mondadori –il gruppo più grande che c’è in Italia, 24,2% di ricavi dai mercati esteri dichiarati nel 2010, con la piccola sezione negli “Oscar classici”, chiamata “serie Cult”: sei titoli, arrivati in libreria all’inizio dell’inverno, che sono quasi marchi: Dott. Jekyll e il Signor Hyde, Madame Bovary, Orgoglio e pregiudizio, Dorian Gray, una veste grafica (art director Giacomo Callo, progetto grafico e illustrazioni di Andrea Geremia) che assume interamente la lezione che ha apparecchiato Coralie Bickford-Smith per la Penguin reinterpretandola per il mercato italiano.

Volumi di nessun interesse per un pubblico colto (traduzioni già molto sfruttate, nessun apparato), che puntano al piacere dell’oggetto e alla sua importanza in una dimensione sociale, nutriti di suggestioni filmiche e visive, essiccati in una serie così breve (la cugina inglese è ampia) da comporre un ritratto impietoso della povertà di un canone nazionale che sappia disincarnarsi dai testi per farsi allusione, riconoscimento.

I volumi sono sontuosi pur essendo economici, rilegati in cartoncino molto leggero, come velati di una tela quasi da arredamento, solcati da rilievi, giochi d’ombre, sono non il concorrente, che sarebbe gara persa, ma il contraltare degli ebook, il loro prodotto.

Al capo estremo opposto al gigante Mondadori, la microscopica casa editrice maremmana effequ manda in libreria Pazzi scatenati. Usi e abusi dell’editoria italiana, di Federico Di Vita, che ha naturalmente riscosso l’attenzione degli addetti ai lavori, ma che interessa qui perché il progetto grafico di Chiara Arnone costruisce un libro di estrema cura grafica e tipografica (peccato per la copertina, banale il cartoncino semilucido, banale il finto Keith Haring, il codice a barre) intesi mai in senso lussuoso, semmai etico (e ironico).

Il trionfo delle note, delle linee punteggiate, delle prime pagine di ogni capitolo illustrate (in b/n), del rimando a margine del titolo del capitolo e delle sue sezioni, raccontano da una parte che Maurizio Ceccato (Ifix) ha fatto scuola, dall’altra di quel ritorno alla cura, al dettaglio fuori dal testo, che l’editoria del “durante” gli ebook sembra promettere.

M

(Appunti, che qui trascrivo in una versione ampliata, appare mensilmente sulla rivista cartacea L’Indice dei Libri dal febbraio 2008; è uno spazio nel quale cerco di dar conto di novità editoriali: nuove case editrici, nuove collane, innovazioni significative nella grafica o nei programmi. Per segnalazioni, integrazioni, errori potete lasciare un commento o scrivermi via mail: federico.novaro.libri [chiocciola] gmail.com, grazie)

Articolo apparso su L’Indice dei Libri, n. 2 – XXIX, Febbraio 2011.

L'indice dei Libri, logo. (part.)

(chi ha pagato i libri: gli Oscar Mondadori citati sono stati guardati e compulsati alla Libreria Feltrinelli della Stazione Centrale di Milano, Pazzi scatenati è stato comprato da FN on-line nella sezione shop della casa editrice effequ)

Tutti gli Appunti precedenti sono nella sezione Editoria / Notizie di FN

L’Indice dei Libri è on-line

L’Indice dei Libri è anche un blog

M

Advertisements
Tagged with: , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: