federico novaro libri

Claudia Piñeiro, Betibù. Mariolina Bertini per Grazie Liala

Posted in Uncategorized by federico novaro on 25 giugno 2012

Grazie Liala, investigazioni del rosa. A cura di Mariolina Bertini
con un ritratto di parola, di C. M.

Rosa_christel_martinod_FN

Grazie Liala, 2: Giallo-rosa: Betibù e le unghie affilatissime di Claudia Piñeiro

“[…] Due intrecci, in Betibù, interferiscono tra loro, come in ogni giallo-rosa che si rispetti: un poliziesco non troppo originale (la cui soluzione è legata a un segreto sepolto nell’adolescenza della vittima) e una storia d’amore ricca di humour, di notazioni psicologiche pungenti e di particolari colti sul vivo. È sul terreno del rosa -e su quello soltanto- che Claudia Piñeiro mostra unghie affilatissime che lasciano il segno. Il ritrovamento del ricco borghese sgozzato in poltrona su cui è chiamata ad indagare la scrittrice di gialli soprannominata “Betibù” (per la sua somiglianza con Betty Boop, la donnina sexy dei cartoni animati) sembra uscito, nella sua usurata convenzionalità, da un vecchio telefilm di Perry Mason; invece la vita sentimentale dell’ultracinquantenne Betibù segue, nel suo itinerario verso l’happy ending, un cammino che presenta qualche risvolto sorprendente.

Quando il romanzo comincia, Betibù sembra avere ormai alle spalle la fase più brillante della sua esistenza: ha abbandonato il genere poliziesco, in cui si era affermata, per un romanzo autobiografico dagli esiti fallimentari, e ha lasciato il grande amore della sua vita, Lorenzo Rinaldi, classico narciso intellettuale dai capelli argentei, direttore di un importante quotidiano, ospite facondo di tutti i talk shaw, che per due anni le ha promesso, nella più perfetta malafede, di separarsi dalla moglie. È nel ridimensionamento del personaggio di Rinaldi -il fascinoso trombone di potere, infallibile calamita dei desideri femminili- che Claudia Piñeiro esercita al meglio il suo talento ironico. Sfruttando un elemento realistico e prosaico -vedremo poi quale-, che nel rosa classico non avrebbe mai potuto trovare il più piccolo spazio, ubbidisce alla grande alla vocazione consolatoria del rosa e regala alla sua Betibù un momento di inebriante gratificazione. […]”

a proposito di Betibù, di Claudia Piñeiro: Grazie Liala, solo su FN

Rosa_christel_martinod_FN

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: