federico novaro libri

LIBRINI, 2: Sole 24 ore / elliot / Berti (Da L’Indice 2/2013)

Posted in editoria, notizie by federico novaro on 20 marzo 2013

Librini finiti, librini belli dentro e così così fuori, librini belli e di belle speranze

abbeʧe’darjo / FN. S (t)

Torniamo a scrivere di librini, dopo la puntata precedente di Appunti, nella quale si scrisse della collana “Gemme”, di Rosenberg & Sellier, soffermandoci un momento sulla collana di librini che tutti si ha avuto fra le mani negli ultimi molti mesi: i “Racconti d’autore”, venduti a 50cent allegati al Sole 24ore la domenica; interrottasi col numero 78, cosa che avrà disturbato anche il più tenue e sopito spirito collezionista. Su facebook una pagina fan si colma di speranze illusorie sulla sua futura continuazione.

Sono decenni ormai che coi quotidiani escono libri; e come “I Quindici”, o “Sapere” negli anni ’70, i libri “allegati” hanno modificato molti panorami domestici. Lunghe file uguali di dorsi. Sono, come i loro precedenti a fascicoli, l’immagine rassicurante di una cultura popolare prima che pop, tradotte poi nelle prese in giro dei libri finti, per il loro “fare arredamento” (erano la fiera e onesta resistenza alle chiccheria del total white Einaudi prima e del pastello scuro Adelphi poi –fu un passaggio che segnò un’epoca- nelle fotografie delle librerie lussuose e belle del design italiano fra i ’70 e gli ’80). Ritratte con spirito parodistico e grottesco nei film di Fantozzi viste oggi sembrano purissimi esempi di gusto trendy e up the date.

Era tempo però –forse gli ultimi sono stati quelli di Repubblica una decina di anni fa- che una collana non riconquistava il suo spazio nel paesaggio domestico.

È interessante che l’abbia fatto una collana di librini. La scelta dei titoli era ineccepibile, anche l’alternanza, molto mossa, fra gusti molto diversi, ma sempre cercando non lo scarto laterale, o la curiosità, bensì l’opera compiuta e molata. La dimensione, davvero tascabile, sottile, allungata, ne ha anche favorito la dispersione, erano libri da viaggio, da week end, e così piccoli si sono insinuati negli interstizi casalinghi, quando non irrigimentati in ordinate colonne, dove li troveremo fra decenni.

Il progetto grafico era un poco debole, è l’elemento che impedirà loro di diventare davvero, fra vent’anni, vintage, non davvero coraggiosa, un po’ leziosa, in copertina con quella curva sul filo del dorso che sembrava ripresa paro paro dai Bompiani di un decennio fa, la font dimenticabile e la scelta iconografica un po’ diseguale.

Eppure in questi tempi di vacche magre sono stati dei librini che hanno investito in intelligenza –la scelta e l’altrenanza dei titoli- molto più che altre paludate o trendy collane, sottiline o spessone.

abbeʧe’darjo / FN. E (t)

Ma veniamo all’oggi, e in libreria, che librini ce n’è tanti: quelli di elliot si chiamano “Lampi”, il programma editoriale è così vago da sembrare una parafrasi di “qualunque cosa”: “testi brevi di grandi autori, racconti, riflessioni, meditazioni, opere sia di narrativa sia di saggistica”; non più progettati da Maurizio Ceccato, che ne aveva fatto uno dei sui esercizi più compiuti, i libri elliot, così come questi “Lampi”, soffrono ora della nuova mano – non indicata nel colophon-.

Cari, molto cari: Vermeer, di Sylvie Germaine, 58 pagine, brossura con alette, 18 x 15 cm., costa 10€.; tirano titolo e autore da margine a margine della copertina, alzando e abbassando di conseguenza il corpo delle font, su fondo giallino in cartoncino semilucido, appiccicano come decalcomania un’illustrazione –nessun credit nel colophon-, non sembrano un buon segnale sullo stato del marchio che pure ha avuto momenti eccellenti e sembrava avviato a una solida presenza nel mercato librario italiano.

(Riguardo ai titoli pubblicati nei “Lampi” trovate notizie più dettagliate su Dusty Pages in Wonderland; su L’Indice dei Libri (blog) Mariolina Bertini ha pubblicato una recensione entusiasta di un Lampo: Alla casa del gatto che gioca a palla, di Balzac; su Margininversi Claudia Ciardi recensisce Marlene Dietrich. Un ritratto)

abbeʧe’darjo / FN. B

La Nuova Casa Editrice Berti è una di quelle cose moderne che provano a affrontare il marasma dell’accoppiata crisi più smaterializzazione proponendosi come fornitori di servizi, sono i service editoriali che stanno velocemente diffondendosi per la penisola, accorpando competenze, mettendo in comune spese fisse e locali, e fornendo contenuti e grafica e editing e oltre a questo pubblicando un po’.

Piacentini, pubblicano raffinati libri di cucina –di food- come usa dire, repêchage e cose inedite, un po’ inconsuete, con la leggerezza di chi sa di non ambire ad essere fianco a fianco con l’ennessimo Camilleri, ma di potersi ritagliare un piccolo mercato fra il pubblico colto e curioso che legge per il piacere dell’intelligenza con leggerezza.

Fra saggistica e narrativa hanno anche loro i loro bravi librini: piccolini e in brossura ma non esilissimi (L’agrifoglio, di Dickens, 120 p. per 9€; Lunedì o martedì, di Virginia Woolf, 112 p. per 8€), un progetto grafico non coraggioso ma corretto e piacevole.

Non saranno i librini la risposta al marasma scatenatosi nelle librerie e nelle case editrici, ma almeno, se sono belli, possiamo esserne contenti.

abbeʧe’darjo / FN. S (t)abbeʧe’darjo / FN. E (t)abbeʧe’darjo / FN. B

(Appunti, che qui trascrivo in una versione ampliata e corredata di fotografie, appare mensilmente sulla rivista cartacea L’Indice dei Libri dal febbraio 2008; è uno spazio nel quale cerco di dar conto di novità editoriali: nuove case editrici, nuove collane, innovazioni significative nella grafica o nei programmi. Per segnalazioni, integrazioni, errori potete lasciare un commento o scrivermi via mail: federico.novaro.libri [chiocciola] gmail.com, grazie)

Articolo apparso su L’Indice dei Libri, n. 2 – XXX, Febbraio 2013.

L'indice dei Libri, logo. (part.)

Tutti gli Appunti precedenti sono nella sezione Editoria / Notizie di FN

L’Indice dei Libri è on-line

abbeʧe’darjo / FN. S (t)abbeʧe’darjo / FN. E (t)abbeʧe’darjo / FN. B

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: