federico novaro libri

TRADUZIONI GRANDI E PICCOLE, da Einaudi

Posted in cartoline, editoria by federico novaro on 13 marzo 2014

Senza titolo

Due cartoline fa si parlava
de il Saggiatore che ristampa
Ogni passione spenta di
Vita Sackville-West
nella traduzione di
Alessandra Scalero
del 1935
(millenovecentotrentacinque).
Einaudi
-ho fatto un po’ fatica a trovare in rete
un posto dove trovare delle info in proposito;
il sito della casa editrice è avarissimo in questo senso-
apre
-non so come chiamarlo:
un filone, una sezione, un gruppo, una serie,
di nuove traduzioni.
Non è una collana
perché
son Supercoralli.
Comunque: son testi
sia già presenti in catalogo
sia che no,
tradotti.
Perché queste siano graaandi traduzioni e tutte le altre no,
non è chiarissimo.
Per esempio
negli anni ’80 aprì la
“Scrittori tradotti da scrittori”
(82 titoli fra il 1983 e il 2000, compresa la oggi
im-pen-sa-bi-le
serie trilingue -originale, altra lingua, italiano
per esempio: Typhoon di Conrad con a fronte la
traduzione di Gide in francese e,
sotto,
la versione italiana di Mursia);
lì il punto d’interesse
(ma è dunque esistito un tempo in cui
questo era un interesse? aveva un mercato?
ci si potrebbe ragionare, nevvero?)
era il confronto fra due autori.
Il punto era vedere come chi, non abituato a un lavoro di servizio,
riuscisse a farlo e come.
Oppure per esempio può essere interessante
riproporre l’Odiessea tradotta da
Pindemonte.
Perché se no
ogni traduzione
dovrebbe
essere grande.
Qui mi sembra che i limiti siano
che
il testo è un classico molto conosciuto
del quale si dice:
vediamo un po’,
come lo traduciamo oggi?
Cosa però mi concederete, che dovrebbe essere fatta di routine (senza variazioni, secondo una prassi consolidata).
Una traduzione del 1935, oggi, non si può leggere.
Però questo è un grimaldello
che permette all’Einaudi
di portare
testi non contemporanei
dentro ai Supercoralli.
Un escamotage (un espediente).
In ogni caso
ne siamo lieti.
le illustrazioni sono ben scelte
-grossi visi in primissimo piano, dipinti;
e, appunto: dài, siamo nei Supercoralli,
non stiamo leggendo un vecchio mattone
di Stendhal. Questa l’astuzia. Chapeau (esprime ammirazione)
detto questo,
io se dessi a Einaudi
le mie piccole traduzioni
un po’ m’offenderei.
E perché? non son grandi le mie?

Un saluto
dalle librerie
A presto, FN

Tagged with:

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: